L’ INDICE GLICEMICO

L’ INDICE GLICEMICO E IL CARICO GLICEMICO

I concetti di Indice Glicemico (IG) e Carico Glicemico (GL = Glicemic Load) sono relativamente recenti (anni ’80) e ancora poco diffusi perché il potere commerciale delle aziende che producono alimenti ricchi di carboidrati è ancora molto forte rispetto a quanto riferisce in merito il sapere scientifico.

Ovviamente se le diete low carb incontrano qualche resistenza all’estero, figuriamoci nel nostro paese che è il regno del carboidrato declinato in tutte le salse…

Qui di seguito vengono suddivisde le più diffuse diete in base al loro effetto sull’indice glicemico:

 

Basso IGDieta Atkins (Metabolica ndr)
Moderato IGDieta a Zona
Alto IGDieta mediterranea, Dieta americana USD (linee guida in cardiologia-diabetologia-oncologia)
Altissimo IGDieta comune Americana (fast food)

L’Indice Glicemico(IG) di un alimento è un parametro che rappresenta la velocità con cui si ha un incremento della concentrazione di glucosio (glicemia) nel sangue in seguito all’assunzione dell’alimento.

Indice glicemico

Un elevato indice glicemico crea radicali liberi in alta quantità, un maggior stress ossidativi, distruzione proteica e infiammazione spesso non percepita (infiammazione silente).

Il prof. Jenkins (*) descrive la situazione alimentare metabolicamente peggiore quella costituita da assunzione di cibi con alto indice glicemico in assenza di fibra.

(*)Nota: David J. A. Jenkins Professore del Canada Research Chair in Nutrition and Metabolism dell’Università di Toronto, uno dei maggiori esperti mondiali sulla ricerca dell’indice glicemico degli alimenti.