Piadina FiberPasta con confettura di rose

Ricetta realizzata dalla cuoca Monia Amadori della scuola di cucina Cooking Passion e preparata per i ciclisti del NOB – Not Only Bike, Centro Polifunzionale per il Ciclismo

UN ANTIPASTO O UN APERITIVO INSOLITO!

Ingerdienti per la confettura:
1 kg di petali di rosa eduli
500 gr di zucchero grezzo di canna
Il succo di un limone

Da servire con:
piadina FiberPasta (calda)
pecorino stagionato

Cooking Passion

Preparazione:
Mettete insieme i tre ingredienti, mescolate e portate a bollore sul fuoco. Lasciate quel tanto che basta per far sciogliere bene lo zucchero. Riponete poi il tegame coperto in frigorifero per una notte.
Il giorno dopo rimettete sul fuoco e fate bollire fino ad ottenere la consistenza giusta. Per aiutarvi potete avvalervi della prova “piattino”, tenendo un piatto in freezer e facendovi scorrere un po’ di confettura, inclinando il piatto il composto non deve “scivolare” via.

Piadina FiberPasta con confettura di rose

Indicazioni per la conservazione: questa confettura va conservata in vasetti sterilizzati a cui farete il sottovuoto. Se però decidete di consumarla in tempi brevi potete non procedere all’operazione di sottovuoto e potete anche ridurre la quantità di zucchero (che resta indispensabile per la conservazione a lungo termine).

Perché zucchero grezzo: a differenza di quello bianco non fa impennare la glicemia, inoltre lo zucchero di canna grezzo è ricco di Sali minerali, vitamine e anche di fibra. Se usate uno zucchero Muscovado o di Fiori di cocco tenete conto che inciderà anche nel sapore quindi lo zucchero non ha solo un potere dolcificante ma anche caratterizzante.