FiberPasta alla Giornata Mondiale del Diabete “Il nostro diritto ad un futuro più sano”

FiberPasta in occasione della GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE è presente in diverse piazze d’Italia, farmacie, strutture sanitarie, eventi, dove verranno consegnati campioni gratuiti di prodotti FiberPasta e materiale informativo.  Siamo felici di supportare le iniziative svolte in questi giorni per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul diabete e sulla sua importantissima prevenzione, dove un corretto stile di vita alimentare basato su un’ alimentazione a basso indice glicemico e ricca di fibre, ed un’adeguata attività fisica, rappresenta un valido aiuto.

Giornata Mondiale del Diabete

INFORMAZIONI SULL’INIZIATIVA

Istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, questa importante iniziativa in Italia viene organizzata dal 2002 da Diabete Italia.

Cade il 14 Novembre di ogni anno ed è la più grande manifestazione del Volontariato in campo sanitario. In circa 500 città d’ Italia, tra l’8 e il 16 Novembre, si svolgono centinaia di eventi organizzati da Associazioni di diabetici (in Italia esistono 410 associazioni, quasi tutte coinvolte in tale iniziativa), Medici, infermieri, altri professionisti sanitari e persone di altre organizzazioni.

Durante tali giornate, nei centinaia gazebo e banchetti organizzati in tutta Italia dai Volontari sarà possibile valutare il rischio di sviluppare il diabete nei prossimi anni riempiendo un semplice questionario e ricevere depliant e materiale informativo dedicati alla prevenzione e alla corretta gestione di tale patologia.

In altre città si organizzano anche  conferenze, eventi che invitano all’esercizio fisico e perfino serate teatrali.

IL DIABETE OGGI IN ITALIA

Si calcola che in Italia oggi:

  • 3 milioni di persone abbiano il diabete di tipo 2 e 1 milione di persone  non siano ancora state diagnosticate
  • 2,6 milioni di persone abbiano difficoltà a mantenere le glicemie nella norma, una condizione che nella maggior parte dei casi prelude allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Nel 2030 si prevede che le persone diagnosticate con tale patologia in Italia saranno 5 milioni.